martedì 20 dicembre 2011

AUGURI!!!


Ai miei cari amici blogger e a quelli non virtuali,
a chi mi legge spesso e a chi è passato di qui per caso,
a chi commenta e a chi legge nel silenzio.

A chi come me non ama questa pazza corsa ai regali
che ci ha rovinato un po' il sapore del Natale.
A chi cerca, come me, di vivere il Natale 
attraverso gli occhi dei bambini...
AUGURI!
Mamma Simo


E per finire, gli auguri di PapàC, alias Corrado Cordova (per vederlo sotto la neve cliccare sul fiocco...)




lunedì 19 dicembre 2011

Angeli e demoni


Giacomo Cutrera è un ragazzo dislessico, laureatosi nel 2010 in ingegneria.
Ha deciso, vista la grande sofferenza da lui stesso vissuta, di scrivere un libro e di girare tutta l'Italia per informare, al fine che nessun bambino o ragazzo debba passare quello che ha passato lui.

Ho avuto la grande fortuna di assistere ad una sua conferenza recentemente ed è stata una serata per me e per mio figlio unica.

E' inutile dire ai nostri figli che anche Leonardo, Einsten, Walt Disney e Steve Jobb erano dislessici, perché loro, piegati e distrutti nell'autostima da anni di frustrazioni scolastiche, non ci crederanno mai, di essere dei geni; in genere sono convinti di essere dei cretini e basta.

Invece, avere davanti a sè un modello estremamente positivo come Giacomo Cutrera, che con sensibilità, ironia e grande umiltà (dote rara e meravigliosa!) racconta la propria storia fatta di sofferenza, incomprensioni, ingiustizie e anche della positiva svolta è davvero utile e importante per cambiare il punto di vista.
...Lui che racconta delle tabelline impossibili da memorizzare e i tanti bambini in sala: "E' vero! Anch'io!!"
La dislessia affrontata per quello che è: non una malattia, solo un diverso utilizzo delle aree cerebrali che se da un lato crea problemi nella scuola (impostata al 90 % sulla verbalizzazione e sulla lettura), regala da un'altra parte doti notevoli che vanno ricercate e sfruttate.

E così esci dalla conferenza con il cuore colmo di gioia e le lacrime agli occhi, perché finalmente tuo figlio, per la prima volta ti dice: "mamma, mi sa tanto che noi siamo speciali...".
E quella di Giacomo Cutrera si delinea come una vera missione, fatta di tanti piccoli enormi miracoli.



Qui è scaricabile il pdf del libro "Demone Bianco"

Un grazie all'AID, Associazione Italiana Dislessia, sezione di Cuneo e al Dottor Lingua, che ha organizzato la Conferenza. 

Sempre a proposito di dislessia, c'è un bel film che si può scaricare gratuitamente QUI: "Stelle sulla terra",  film che val la pena di vedere e di far vedere ai bambini, tutti, anche a quelli che non hanno il problema.

Un caro amico Blogger, nonchè eccezionale critico cinematografico, ha recensito questo film, cosa che io ovviamente non saprei mai fare, e mi son ritenuta fortunata e onorata, dato che considero questa recensione anche un po' un regalo per me. Leggetela, è talmente bella che ci si perde...grazie di cuore Roby!!





domenica 18 dicembre 2011

Struffolins

Giorni pieni questi. Di vomitini e cacarelle. Il piccolo di qua, il grande di là. Gastroenterite a gogò. Virus pre-Natalizio, dice la pediatra; una sorta di augurio di Buone Feste. 
Facciamocene una ragione. E cuciniamo. Il profumo di dolci li farà guarire...e in effetti,  in tempi record, si sono ripresi entrambi.

Io mi sono dilettata con i muffins: qui la ricetta, la stessa del plum cake (mi raccomando, andateci dentro di scorza grattugiata di limone).



PapàC si è invece sbizzarrito con gli struffoli, tipico dolce napoletano natalizio.
Ma PapàC non rivelerà mai per nulla al mondo la ricetta di zia Maria, quindi consiglio di guardare questa ricetta di Giallo zafferano...ho visto che anche lui la stava sbirciando...



Foto PapàC

mercoledì 14 dicembre 2011

Napoletanità

Ho già raccontato tempo fa, QUI, delle nostre pittoresche partenze per Napoli, dove due o tre volte l'anno ci rechiamo a trovare i nonni...ma non voglio ripetermi, dato che, Natale Pasqua o Ferragosto, è sempre la stessa storia.

Bene, potrei raccontarvi allora della bellezza di Napoli e del suo centro storico, dove, appena scesi dalla circumflegrea, ci si trova immersi nel cuore pulsante della città...di come un balcone possa diventare un quadro originale fotografato da tutti i turisti con il naso all'insù...


Le strade brulicanti di gente, tanta gente...


Il mercato del pesce nella Pignasecca...



Strane coppie si incontrano per le vie del centro storico...


Le bontà non mancano e neanche lo spirito napoletano...


Via San Gregorio Armeno, con i suoi Presepi, le botteghe artigiane e ancora fiumi di gente, ora che ci si prepara al Natale...






Ma il BABA' non può mancare...


E la pizza...finalmente LA PIZZA!


Potrei raccontarvi molto ancora...ma quello che vorrei raccontarvi, senza cadere nella retorica, è di quanto sia bella la napoletanità, di quanto sia ancora importante, qui, il valore umano.
Qui non ti senti solo, c'è sempre qualcuno disposto ad aiutarti se ne hai bisogno, a farti un favore, a regalarti un sorriso o un dolcetto per il bambino.
Qui, a volte, sembra mancare tutto.
Ma quello che non mancherà mai, e questa è la loro forza, è la grande carica umana, un vero e immenso patrimonio.
Solo venendo qui si può capire...ma, in una storica libreria di Napoli, la Libreria Neapolis, ho scovato questo bel libro, adatto per napoletani e non...

Manuale di Napoletanità di Amedeo Colella


Le foto sono di Christian Cordova 


LinkWithin

Related Posts with Thumbnails