martedì 22 febbraio 2011

La Profezia della Curandera


Lo sapevo che questo era un libro speciale.
Di quei libri che vibrano, mentre li tieni in mano, che senti ti cambieranno in qualche modo la vita.
Che arrivano al momento giusto, quando sei predisposta per assimilarne i contenuti.
Un libro in grado di risvegliare la coscienza di noi donne, una guida spirituale in forma di romanzo, la voce di un curandero (sciamano) che ci racconta di forza interiore, umanizzazione della cultura, rispetto e amore attraverso una avvincente narrazione.

"Finché nel cuore della donna
continuerà a brillare la luce dell'amore
il mondo sarà salvo, ma se quell'amore scemerà,
allora l'odio e l'indifferenza
dilagheranno e finiranno col distruggerlo."

Nessuna scuola o università insegna alla donna a comprendersi o a conoscersi; oggi l'insegnamento e la cultura tendono a mascolinizzare il pensiero, perseguendo solo lo sviluppo della mente e della razionalità. Ma la donna è ben altro: è femminilità, forza generatrice, amore incondizionato.

"L'arma più potente di una donna è la sua energia interiore che protegge lei e tutti coloro che ama"

"Una volta che avrai compreso la potenza che risiede dentro di te, potrai alzare la testa, guardare gli altri con amore e con dolcezza e agire, al tempo stesso, con serenità e determinazione".


Simbolicamente, le dure prove cui è sottoposta Kantu, la bella e giovane protagonista, sono le prove cui siamo sottoposte tutte noi, dalla vita stessa. Prove altrettanto dure che ci trasformano, ci insegnano a vivere e, se lette nel modo giusto, ci fanno evolvere in persone migliori.

Hernan Huarache Mamani, l'autore, è un indio quechua laureato in economia che attualmente lavora a un progetto di divulgazione della propria cultura e di un nuovo tipo di educazione basata sulla ricerca della verità e sul rispetto di tutti gli esseri viventi. Il progetto si chiama "Università della vita e della pace".
Tornando al suo villaggio in seguito a una malattia, ha riscoperto antichi valori e tradizioni andine intraprendendo un cammino che lo ha fatto diventare un "curandero".

E' bella la sensazione che ci pervade quando la coscienza si apre, anche se questo avviene attraverso un libro. E' per questo che sto già leggendo "La donna dalla coda d'argento" ed ho ordinato "Negli occhi dello sciamano"...per beneficiare il più a lungo possibile di questo stato di grazia.
Lo consiglio a tutte le donne, anche se vorrei poterlo regalare a tutte le mie più care amiche.

"La profezia della curandera" ISBN 978 - 88 - 566 0164 - 0




venerdì 18 febbraio 2011

Assorbenti per Signora /2

Il Blog è una finestra. Da questa finestra possono entrare tantissime belle novità, amici, idee, conoscenza, allegria. E qualche volta accade anche qualcosa di inaspettato; conosco amici blogger che sono stati letti e pubblicati su libri, altri addirittura contattati e invitati a partecipare a trasmissioni televisive.
Anche a Mamma Simo è accaduto qualcosa di inatteso...

Che cosa poteva accadere a quella stordita di Mamma Simo?

Vedasi il post qui sotto, con argomento gli “Assorbenti per Signora”, al quale è seguita, con mia grande sorpresa, una gentile mail che mi preannunciava che, se mi avesse fatto piacere testarli, mi sarebbe stato recapitato un pacco di prodotti da un’Azienda , la Organyc, ancora poco conosciuta in Italia ma presente in 26 paesi nel mondo, da Canada ad Australia, Spagna, Francia, Finlandia…Cina!
Lo sapevo che le cinesi erano più evolute di noi…

Sì, perché noi italiane continuiamo a metterci ‘sti assorbenti di plastica che nella maggioranza dei casi ci creano ogni sorta di allergia, mentre dalle altre parti del mondo passano molto meno tempo a “grattarsi”, a quanto pare. Loro l’hanno già capito…chissà perché noi arriviamo sempre dopo.

Ma torniamo al pacco: l’ho aspettato con ansia, pregustandomi il momento in cui l’avrei aperto, manco mi avessero mandato un carico di nutella…
E quando il pacco è finalmente arrivato, recapitatomi in ufficio, l’ho aperto tra le colleghe incredule e ho reso partecipi anche loro con qualche “omaggino”.

C’erano proteggi slip in bustine singole e aperti, salviettine intime, tamponi, tutto rigorosamente BIO.

100% COTONE BIOLOGICO - 90% BIODEGRADABILI – COMPOSTABILI

Niente plastica, niente fibre sintetiche, niente profumo, niente cloro. Anche le bustine sono di un materiale compostabile contenente amido di mais e le confezioni in cartoncino riciclato.
Le salviette intime, meravigliosamente profumate, non contengono alcol, cloro, parabeni né SLS e sono naturalmente profumate grazie agli estratti biologici di calendula e camomilla.
Tutto certificato. Un Bio vero, insomma.

Eccoli...

Tutta trulla ho testato i prodotti (LEI ed io ci sentivamo anche importanti…): vai con il salvaslip, vai con la salviettina profumata…ah che meraviglia, niente prurito, niente bruciori.
Avete presente quelle salviette che appena le passi ti piglia ‘na fiammata che dici “mah, forse c’hanno l'olio essenziale di eucalipto…ammazza quanto bruciano”, poi passano le ore e LEI inizia a espandersi, gonfia, prude, punge e tu sei in ufficio e ti strusci sulla sedia e sogni solo un idrante da indirizzare LI’?

Bene, niente di tutto questo, una freschezza morbida e profumata…idem per i salvaslip: come non averli.

E così, tu e la tua "patatina bio", vi sentite bene anche perché sai che stai rispettando l’ambiente, non inquini, utilizzi materiali riciclabili provenienti da agricoltura biologica. Lo sapevate che ogni donna consuma in media 17000 assorbenti nell’arco della sua vita? Una bella responsabilità…

In conclusione, tu sei felice, LEI è felice, tutte e due serene allegre ruspanti e consapevolmente bio…evviva.
Ora bisogna solo capire dove trovarli: QUI!!

Foto Corrado Cordova

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails