Passa ai contenuti principali

Voglio l' IPAD: mi vendo un rene!


Un tempo si diceva: "M'è costato un occhio della testa!"
O ancora: "Quello ha venduto l'anima al diavolo"...
Oppure: "Mi gioco le palle che domani vince la mia squadra preferita"
E ancora: "E' talmente spregiudicato che venderebbe sua madre"
Poi c'era Demi Moore che si vendeva per una notte allo "sceicco" Robert Redford (e chiamala scema)

Ma MAI a nessuno sarebbe venuto in mente di vendersi un rene per comprarsi l'IPAD2!
Questo accade oggi: che un 17enne cinese, un tale Zheng, si vende un rene per circa 2.000,00 Euro.
Per fame?
Per disperazione?
Per salvare un familiare in fin di vita?
NO. 
Per comprarsi portatile e IPAD2.
E a 18 anni che farà, quando vorrà comprarsi la macchina? Come minimo fuori fegato, milza e magari anche il cuore. Qualcuno gli spieghi che a quel punto la macchina non gli servirà più.
La notizia ha del drammatico. Non ci sono parole. Per non piangere, ridiamoci sopra.

Al di là dell'assurdità dell'episodio, che nella drammaticità scatena ilarità, la cosa veramente drammatica è il traffico d'organi di minori.
Una piaga di un mondo alla deriva, una vergogna per l'intero genere umano. 
Leggi la notizia su yahoo

Immagini tratte da:

Commenti

  1. sentita anch'io. pazzesco... devo dire che altre notizie recenti dovrebbero indurre a non giocare proprio nulla anche sulle partite di calcio

    RispondiElimina
  2. ho sentito ed è davvero terribile che si ritenga più importante un pc del proprio corpo!
    è davvero allucinante. ciao

    RispondiElimina
  3. Poteva vendersi il cervello. Ad avercelo.

    RispondiElimina
  4. Vero Robydick, non ci avevo mica pensato!

    Ciao Elena, a presto!

    Zio, a chi vuoi che interessi il cervello? Meno ce n'è meglio è...

    RispondiElimina
  5. Ma la notizia è che voleva vendere un rene o che l'ha fatto davvero?

    RispondiElimina
  6. Certo Cindry! Se n'è tornato a casa tutto trullo e la mamma gli ha detto: "dove hai preso i soldi per comprarti tutta 'sta roba?".
    "...Sai mamma, mi son venduto un rene..."
    Ha dell'incredibile ma è così...

    RispondiElimina
  7. Ciao,

    Siamo qui ancora una volta per acquistare il rene per i nostri pazienti e hanno accettato di pagare una buona somma di denaro a tutti coloro che vogliono donare un rene per risparmarli e quindi Se sei interessato ad essere un donatore o se vuoi salvare una vita, ti preghiamo di contattarci via e-mail qui sotto.

    Questa è un'occasione per voi di essere ricchi bene, assicuriamo e ti garantiamo una transazione sicura al 100% con noi, tutto sarà fatto secondo la legge che guida i donatori di rene.
    Quindi non perdere più tempo, scrivici gentilmente su irruaspecialisthospital20@gmail.com

    Ospedale di insegnamento specializzato di Irrua.

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per i graditi commenti, ma grazie soprattutto per aver avuto la voglia di leggermi...

Post popolari in questo blog

Rimpatriata dei compagni di classe...20 anni dopo

Apro "gmail" e vedo che i miei ex compagni di Liceo, la 5^ B del 1989, organizzano una rimpatriata per sabato prossimo. Meraviglioso. Chissà se saremo i soliti quattro o cinque che ci rivediamo più o meno ogni 2-3 anni, o se ci saremo tutti. Ne dubito.
Bello ritrovarsi ora, nell'anno dei 40...

Al pensiero di rivederli, alcuni dopo una ventina d'anni, mi viene da fare il bilancio dei miei obiettivi raggiunti e non: chi ero 20 anni fa? Chi sono oggi? Come pormi di fronte a loro, che immaginano ancora quella ragazzina che non c'é più?
Non c'è più nulla, oggi, di quella Simo là che, a vederla in retrospettiva, manco mi piace.
E i miei sogni? Le mie aspirazioni? Quel mondo che dovevo divorarmi?
Chissà loro, se ce l'hanno fatta.
Molti di loro ce l'hanno fatta, lavorativamente parlando; chi avvocato, giornalista, psicologa, agente finanziario, veterinario...gran bella classe, la nostra 5^B. Poi matrimoni, separazioni, figli e RI-figli...abbiamo già una vi…

Amare un artista

Amare un artista. Non lo stereotipo di artista, inteso come un uomo sopra le righe, genio e sregolatezza, sguardo languido bohémien. No, niente a che vedere con una copia mal riuscita di Johnny Depp in "Chocolat".
Un artista vero, con il suo incasinato mondo interiore, con il quale ci si ritroverà spesso a fare i conti; con il suo primo grande amore, quell'arte che lo nutre ma che spesso lo annienta. Amore e odio: questo prova lui per la sua arte, ma non ne potrà fare mai a meno, e alla fine sarà sempre il suo rifugio.
Apparentemente fragile, in realtà forte come una roccia, ma non lo saprà mai. Non sa di avere un dono prezioso che le persone "normali" non hanno. Il vero artista è umile, troppo umile, ma ha un bisogno vitale delle conferme altrui. Capace di amare alla follia, così come di rinchiudersi nel guscio e svanire nel nulla. Impossibile non amarlo, quando se ne percepisce l'essenza.
E forse, un artista, è l'unico uomo che si può amare per sempre con …

Metto le tette al Post

Povera Mamma Simo, è proprio alla frutta, direte voi. Lei non le ha e le mette al Blog, le tette. Acuta osservazione, ma la vera motivazione è un'altra. Dando un'occhiata alle statistiche del mio Blog, ho scoperto che il post più letto è "Nuove mode", un post non più bello di altri né tantomeno più interessante o ben scritto. Anzi, sotto alcuni punti di vista, è abbastanza una tavanata, come molti dei miei post. Qual è la caratteristica che lo ha fatto svettare?
Potrebbe essere la foto? Una bella gnocca che esce dal mare con le tette al vento...
Da una più attenta osservazione dei dati statistici, novità di blogger, ho notato che le parole chiave digitate che hanno fatto sì che questo post abbia ricevuto un numero di otto volte superiore la media di visite dei miei post più letti, sono state:

"topless" "tette" "barbara berlusconi topless" "barbara berlusconi tette" "barbara berlusconi in costume"
Ecco spiegata l'impen…