Passa ai contenuti principali

Cattive madri o madri cattive?



"Tua madre ti odia e tu odi quella parte di te che è come lei..."

Spezzare la catena. La catena di odio che scavalca generazioni, che si ripete inspiegabilmente di madre in figlia.
Bambine non amate prima, poi donne insicure e infelici e madri fragili, affettivamente sterili.
Paura, vuoto, solitudine. Fino al completo isolamento, alla paranoia, alla follia.

Spezzare la catena. Come?? Rifiutandosi di vivere nell'odio e nel rancore.
Imparare ad amare senza paura, cercando di non ripetere con i propri figli quello che si è subito, rifiutandosi di utilizzare quegli schemi, purtroppo ben noti, di manipolazione perversa. 
Imparare a ridere anche della calunnia, della persecuzione diffamatoria, strumenti miseri di menti meschine e perfide, vittime di se stesse, ormai perse in una folle caduta infernale.

Diventare madre a 360 gradi.   Amare, amare e ancora amare, aggrappandosi con forza agli affetti veri, autentici.
Solo così la catena si spezzerà e il male, una volta per tutte, collasserà su se stesso.



A proposito di...

Violenza perversa nella famiglia e nel lavoro
Ed. Einaudi
ISBN 88-06-15397-8
Un libro dalla parte delle vittime, perché ci si può salvare!

Immagini tratte da: http://www.google.it/imgres?imgurl=http://images-srv.leonardo.it/progettiweb/electra/blog/evitante.jpg&imgrefurl=http://electra.leonardo.it/blog/tag/arte&usg=__SpZpTXKoY6BiiuTxLRNrJv8OhuM=&h=444&w=325&sz=50&hl=it&start=79&zoom=1&itbs=1&tbnid=Lnu9mF3x6oAlkM:&tbnh=127&tbnw=93&prev=/search%3Fq%3Dmamma%2Be%2Bfiglia%2Bdisegno%26start%3D60%26hl%3Dit%26sa%3DN%26ndsp%3D20%26tbm%3Disch&ei=q8SeTcCbNIbEswbgpeDiAQ

e da: http://www.gerypalazzotto.it/wp-content/uploads/2010/09/catena-spezzata.jpg



Commenti

  1. simo, questo post è molto sentito e non metto becco, ma lo capisco bene anche se da papà.

    RispondiElimina
  2. quanto sono vere queste parole...

    RispondiElimina
  3. Vedi Simo da quello che scrivi e come lo scrivi si capisce che c'è un abisso fra te e quell'altro tipo di madri.

    RispondiElimina
  4. Robydick, Luigi e Monticiano: son temi difficili da affrontare questi. Sicuramente, e rispondo al Monticiano, cercherò con ogni mezzo di non essere MAI così!
    Affronterò ancora il tema della violenza morale in famiglia.

    RispondiElimina
  5. Hai spiegato perfettamente alcune sensazioni provate spesso anche da me. Ho un pessimo rapporto con mia madre... è pure un'insegnante elementare in pensione.
    Sai cosa mi ha aiutato a cambiare totalmente visione della vita e acquistare finalmente sicurezza in me stessa, senza essere troppo dura? Avere incontrato il mio attuale marito... peccato averlo incontrato a 35 anni, se l'avessi conosciuto prima mi sarei risparmiata un bel po' di dolore.
    Ora sono madre anch'io, ma mi sento su una strada completamente diversa da quella di mia mamma... per fortuna.

    RispondiElimina
  6. Grazie per la tua testimonianza, Cindry.
    Anche per me l'incontro con PapàC, avvenuto a 34 anni, ha rappresentato una svolta. Se oggi ho raggiunto equilibrio e serenità, lo devo a lui.
    Un abbraccio

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per i graditi commenti, ma grazie soprattutto per aver avuto la voglia di leggermi...

Post popolari in questo blog

Rimpatriata dei compagni di classe...20 anni dopo

Apro "gmail" e vedo che i miei ex compagni di Liceo, la 5^ B del 1989, organizzano una rimpatriata per sabato prossimo. Meraviglioso. Chissà se saremo i soliti quattro o cinque che ci rivediamo più o meno ogni 2-3 anni, o se ci saremo tutti. Ne dubito.
Bello ritrovarsi ora, nell'anno dei 40...

Al pensiero di rivederli, alcuni dopo una ventina d'anni, mi viene da fare il bilancio dei miei obiettivi raggiunti e non: chi ero 20 anni fa? Chi sono oggi? Come pormi di fronte a loro, che immaginano ancora quella ragazzina che non c'é più?
Non c'è più nulla, oggi, di quella Simo là che, a vederla in retrospettiva, manco mi piace.
E i miei sogni? Le mie aspirazioni? Quel mondo che dovevo divorarmi?
Chissà loro, se ce l'hanno fatta.
Molti di loro ce l'hanno fatta, lavorativamente parlando; chi avvocato, giornalista, psicologa, agente finanziario, veterinario...gran bella classe, la nostra 5^B. Poi matrimoni, separazioni, figli e RI-figli...abbiamo già una vi…

Amare un artista

Amare un artista. Non lo stereotipo di artista, inteso come un uomo sopra le righe, genio e sregolatezza, sguardo languido bohémien. No, niente a che vedere con una copia mal riuscita di Johnny Depp in "Chocolat".
Un artista vero, con il suo incasinato mondo interiore, con il quale ci si ritroverà spesso a fare i conti; con il suo primo grande amore, quell'arte che lo nutre ma che spesso lo annienta. Amore e odio: questo prova lui per la sua arte, ma non ne potrà fare mai a meno, e alla fine sarà sempre il suo rifugio.
Apparentemente fragile, in realtà forte come una roccia, ma non lo saprà mai. Non sa di avere un dono prezioso che le persone "normali" non hanno. Il vero artista è umile, troppo umile, ma ha un bisogno vitale delle conferme altrui. Capace di amare alla follia, così come di rinchiudersi nel guscio e svanire nel nulla. Impossibile non amarlo, quando se ne percepisce l'essenza.
E forse, un artista, è l'unico uomo che si può amare per sempre con …

Metto le tette al Post

Povera Mamma Simo, è proprio alla frutta, direte voi. Lei non le ha e le mette al Blog, le tette. Acuta osservazione, ma la vera motivazione è un'altra. Dando un'occhiata alle statistiche del mio Blog, ho scoperto che il post più letto è "Nuove mode", un post non più bello di altri né tantomeno più interessante o ben scritto. Anzi, sotto alcuni punti di vista, è abbastanza una tavanata, come molti dei miei post. Qual è la caratteristica che lo ha fatto svettare?
Potrebbe essere la foto? Una bella gnocca che esce dal mare con le tette al vento...
Da una più attenta osservazione dei dati statistici, novità di blogger, ho notato che le parole chiave digitate che hanno fatto sì che questo post abbia ricevuto un numero di otto volte superiore la media di visite dei miei post più letti, sono state:

"topless" "tette" "barbara berlusconi topless" "barbara berlusconi tette" "barbara berlusconi in costume"
Ecco spiegata l'impen…