Passa ai contenuti principali

Assorbenti per Signora

Assorbenti per Signora. Tema affrontanto splendidamente in svariate occasioni dalla mitica Luciana Littizzetto (leggi qui), la quale però non ha ancora trattato, mi pare, un aspetto della questione che a me sta molto a cuore.
Io mi rivolgo proprio a LORO: i produttori di assorbenti, i primi responsabili del PROBLEMA (sicuramente uomini).

Gentili Signori produttori di assorbenti,
mi spiegate una buona volta perché impiegate tutte le vostre risorse destinate alla ricerca e innovazione in una sola direzione? Perché siete costantemente alla ricerca di un ipotetico quanto assurdo e utopistico assorbente SUPER-ULTRA-MEGA-SOTTILE-INVISIBILE? Perché lo richiede il mercato? Ne siete proprio sicuri?!
Lo sapevate che non tutte le donne italiane hanno un micro flusso da femmina di chihuahua, da coniglietta nana, da gazzella della savana?

Lo sapevate che i vostri assorbenti ultra sottili a noi donne con un flusso medio/abbondante ci fanno fresco e al limite possiamo provare ad arrotolarli e usarli al posto del Tampax?
Me lo spiegate perché dobbiamo sentirci eternamente frustrate davanti a quegli enormi scaffali pieni di assorbenti a cercare disperate quelli con più “goccioline” e con più “ultra” che però alla fine sono tutti uguali…e quelle ali, a che cosa servono? A volare in bagno ogni tre minuti a cambiarci?
Provate un po’ a fare la più scontata delle prove: versate mezzo bicchiere d’acqua su uno dei vostri magici assorbenti ultra sottili-ultra assorbenti e poi mi fate sapere che cosa succede…però, quando fate la prova, indossatelo l’assorbente, così finalmente capirete come ci si sente in piena esondazione…

Come dobbiamo allora comportarci?
-Girare con decine di assorbenti e cambiarci ogni 5 minuti?
-Imbottirci di carta igienica ai lati- cotone dietro e sistemare più strati di assorbenti in modo da allargarne e allungarne la superficie?
-Rubare i pannoloni alla nonna?
-Fasciarci con la pellicola cuki così almeno salviamo i pantaloni?

…IO HO RISOLTO IL PROBLEMA...
No, non con i pannoloni per incontinenza, che sono carissimi ed è anche deprimente acquistarli prima del tempo (vorrei rimandare di qualche anno…);neanche con quelli post parto che costano una cifra, tipo 10 Euro per 10 pannolini
CON I PANNOLONI DEI BIMBI!!
Quelli ideali sono la taglia 7/18 Kg e se ne trovano di marche sconosciute a prezzo super conveniente.
Con una bella mutandona contenitiva è fatta. Ok, non sarà il massimo dell’estetica, ma chissenefrega, tanto in quei giorni siamo dei cessi ambulanti.
Ah, che bello.
Anche di notte, ho eliminato il problema delle fuoriuscite e non mi devo neanche più alzare verso le quattro del mattino…e quel bel pizzettino ai lati (alla faccia delle ali, completamente inutili) fa il suo bel dovere.

E così, come dice lo spot, mi sento sicura e serena, e quando mi spoglio la sera il mio bimbo più piccolo mi guarda incuriosito nel vedere che anche mamma indossa il pannolone con Winnie the Pooh e chissà che cosa pensa...
…Il problema ora è uno solo: riuscire a convincerlo a togliersi il pannolone…

E facciamoci due risate con la Litti…

Commenti

  1. Ah ah ah!Anch'io ci ho fatto un post un po' di tempo fa. Per chi ci hanno preso??? :-D

    RispondiElimina
  2. Ciao Simo! Ma hai visto le "coppette"? Sembrano quelle per l'allattamento...poi c'è anche il cono raccogli flusso ecologico...ma son tutti scemi!!!

    RispondiElimina
  3. E qualcuno mi spiega perché nella nuova pubblicità dell'assorbente C'E' lo stropicciano e poi si vantano che torna al suo posto. Voi riuscite ad accartocciarlo così con le vostre parti intime al limite si stringe ma io non sono mai riuscita ad arrotolarlo!!!

    RispondiElimina
  4. ma simo dici sul serioooooo???? ti metti il pannolo dei bimbi????????
    ma poi ti metti la gonnellona di Laura Hingalls della casa nella prateria per coprite tutto?

    RispondiElimina
  5. @Eli, siamo al limite della fantascienza...che cosa non si inventa per vendere! Non l'ho ancora vista questa pubblicità...

    @D'Aria...GIURO! Ma guarda che non si vede mica così tanto...vabbé il cardigan è d'obbligo. Sai come dicevano una volta: "cambiati da sotto che se vai all'ospedale..."
    Hai presente che figura di merda?!? :)

    RispondiElimina
  6. Bellissimo post!
    Sai cos'è? Credono che tutte prendano la pillola (con la quale hai un flusso micro che dura un giorno), che non è mica vero!

    :(

    RispondiElimina
  7. Brava Stefi, è vero!

    Ciao Mammalellela!

    RispondiElimina
  8. che risate... ma hai proprio ragione... io ho un flusso pazzesco e a volte uso i maxi pannoloni da incontinente... e un'amica usa i pannolini del figlio. gli unici con cui un po' mi trovo sono i secure fit della n...a (non voglio fare pubblicità!!!)... :))

    RispondiElimina
  9. Ciao Fra, vedi, siamo in tante con lo stesso problema e manco lo vogliono capire!
    Bellissimo il tuo blog, le cose che scrivi e come le scrivi...verrò spesso a trovarti. Son contenta di averti conosciuta. Ciao!

    RispondiElimina
  10. Mi devo assolutamente dissociare! Fermatela , tra un po' ci dirà che lascia la dentiera in un praticissimo porta bicchieri profumato al gelsomino.
    Ed io che sono un compagno di scuola di Simona e che spesso ho sogni- incubi sulla maturità non me la posso immaginare con uno dei pannolini che metto ai miei figli, ergo chiedo all'autorità competente il blocco del sito se non per informazioni su Simona strettamente collegate al solo Bunga Bunga!

    RispondiElimina
  11. Albé!!!! Macheddici??? La dentiera ancora non ce l'ho, ma scusa, i pannoloni mica li tengo tutti i giorni...giusto un paio di giorni al mese, che c'è di male?
    ...A chi lo dici, l'esame di maturità è il mio primo e più frequente incubo...per non parlare dei vari prof...
    Ciaoooooo!!!!!

    RispondiElimina
  12. Ciao Simo, ho visto le tue foto e non ci sono dentiere, sei ancora una bella F.
    ...era per stimolarti un po'...cmq i sogni ricorrenti sulla maturità mi perseguitano..capisco anche il perchè di tanti film molto divertenti sul tema...maturi, immaturi ecc....
    dirò a mia moglie di mettersi il pannolino di Leonardo, te lo prometto!
    un bacione

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per i graditi commenti, ma grazie soprattutto per aver avuto la voglia di leggermi...

Post popolari in questo blog

Rimpatriata dei compagni di classe...20 anni dopo

Apro "gmail" e vedo che i miei ex compagni di Liceo, la 5^ B del 1989, organizzano una rimpatriata per sabato prossimo. Meraviglioso. Chissà se saremo i soliti quattro o cinque che ci rivediamo più o meno ogni 2-3 anni, o se ci saremo tutti. Ne dubito.
Bello ritrovarsi ora, nell'anno dei 40...

Al pensiero di rivederli, alcuni dopo una ventina d'anni, mi viene da fare il bilancio dei miei obiettivi raggiunti e non: chi ero 20 anni fa? Chi sono oggi? Come pormi di fronte a loro, che immaginano ancora quella ragazzina che non c'é più?
Non c'è più nulla, oggi, di quella Simo là che, a vederla in retrospettiva, manco mi piace.
E i miei sogni? Le mie aspirazioni? Quel mondo che dovevo divorarmi?
Chissà loro, se ce l'hanno fatta.
Molti di loro ce l'hanno fatta, lavorativamente parlando; chi avvocato, giornalista, psicologa, agente finanziario, veterinario...gran bella classe, la nostra 5^B. Poi matrimoni, separazioni, figli e RI-figli...abbiamo già una vi…

Metto le tette al Post

Povera Mamma Simo, è proprio alla frutta, direte voi. Lei non le ha e le mette al Blog, le tette. Acuta osservazione, ma la vera motivazione è un'altra. Dando un'occhiata alle statistiche del mio Blog, ho scoperto che il post più letto è "Nuove mode", un post non più bello di altri né tantomeno più interessante o ben scritto. Anzi, sotto alcuni punti di vista, è abbastanza una tavanata, come molti dei miei post. Qual è la caratteristica che lo ha fatto svettare?
Potrebbe essere la foto? Una bella gnocca che esce dal mare con le tette al vento...
Da una più attenta osservazione dei dati statistici, novità di blogger, ho notato che le parole chiave digitate che hanno fatto sì che questo post abbia ricevuto un numero di otto volte superiore la media di visite dei miei post più letti, sono state:

"topless" "tette" "barbara berlusconi topless" "barbara berlusconi tette" "barbara berlusconi in costume"
Ecco spiegata l'impen…

Amare un artista

Amare un artista. Non lo stereotipo di artista, inteso come un uomo sopra le righe, genio e sregolatezza, sguardo languido bohémien. No, niente a che vedere con una copia mal riuscita di Johnny Depp in "Chocolat".
Un artista vero, con il suo incasinato mondo interiore, con il quale ci si ritroverà spesso a fare i conti; con il suo primo grande amore, quell'arte che lo nutre ma che spesso lo annienta. Amore e odio: questo prova lui per la sua arte, ma non ne potrà fare mai a meno, e alla fine sarà sempre il suo rifugio.
Apparentemente fragile, in realtà forte come una roccia, ma non lo saprà mai. Non sa di avere un dono prezioso che le persone "normali" non hanno. Il vero artista è umile, troppo umile, ma ha un bisogno vitale delle conferme altrui. Capace di amare alla follia, così come di rinchiudersi nel guscio e svanire nel nulla. Impossibile non amarlo, quando se ne percepisce l'essenza.
E forse, un artista, è l'unico uomo che si può amare per sempre con …