Passa ai contenuti principali

Volersi bene...



Il timore che un cane possa far del male a un bambino è addirittura ridicolo; molto più giustificata è, semmai, la preoccupazione opposta, che cioè il cane si lasci troppo strapazzare dai bambini, contribuendo così a educarli a una totale mancanza di riguardo nei suoi confronti.
Konrad Lorenz, E l'uomo incontrò il cane, 1950


foto Corrado Cordova

Commenti

  1. nessuno avrebbe saputo dirlo meglio!

    RispondiElimina
  2. W i bambini e w i cani!!! L'educazione sta a noi dargliela...a entrambi! Chissà perchè a me Crimilde non ubbidisci mica tanto però...e nemmeno Irvin ;)

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia! La mia Letizia è alle prese con i gatti di nonna, anche loro pazientissimi... ma non troppo, da buoni felini :-)!

    RispondiElimina
  4. d'accordissimo. tutti i casi di attacco alle persone da parte di cani domestici sono causati da grave incuria da parte di padroni ignoranti e a volte pure malvagi, senza distinzione di razza.

    RispondiElimina
  5. Ricky ha appena avuto una simpatica esperienza con due cagnoni all'agriturismo in cui abbiamo soggiornato... e io, che pensavo di avere paura, ero stranamente tranquilla... lui era strafelice di poterli strapazzare un po'!!!! :)

    RispondiElimina
  6. Verissimo! I cani capiscono uando hanno di fronte un bimbo e accettano un po' tutto.
    P.S: Molto belle le foto!

    RispondiElimina
  7. non sai quante volte sul lavoro mi scontro con proprietari che sostengono l'esatto opposto.. oddio, dipende tutto da come si educa il cane (ed il figlio), ma nella mia modesta esperienza ho a che fare con animali traumatizzati dai bambini.. se scappa il morso, normalmente c'è un perché :) (e dagli torto, povera bestiola!!) buon fine settimana!

    RispondiElimina
  8. Siamo d'accordo! Immagini di una dolcezza infinita!
    Buona domenica
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  9. Ciao MammaF, un bacio...
    @Angela, per fortuna Mati è stata educata da PapàC, e il piccolo Tigro anche...autorevolezza e pazienza pare siano gli ingradienti giusti...
    @Piccolalory, non ho esperienza di gatti: l'unico gatto che è entrato in casa mia mi ha mandata dritta al pronto soccorso causa allergia!
    @Robydick hai ragione, i malvagi siamo noi umani. P.s. un saluto alla mia "collega"...
    @una cuccia...io ero terrorizzata dai cani, e sono stati loro a insegnarmi ad amarli e a non temerli. Sono felice che i miei figli possano crescere con un animale. Saranno adulti migliori.
    @Cindry, grazie, PapàC sta diventando un fenomeno della fotografia!
    @ MammaC: la povera Mati a volte non ne può proprio più e non le resta che scappare sotto al letto...ma il Piccolo Tigro ora va sotto al letto pure lui...come darle torto se ringhia?
    @un abbraccio Luca & Sabrina, grazie di essere passati di qui!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per i graditi commenti, ma grazie soprattutto per aver avuto la voglia di leggermi...

Post popolari in questo blog

Rimpatriata dei compagni di classe...20 anni dopo

Apro "gmail" e vedo che i miei ex compagni di Liceo, la 5^ B del 1989, organizzano una rimpatriata per sabato prossimo. Meraviglioso. Chissà se saremo i soliti quattro o cinque che ci rivediamo più o meno ogni 2-3 anni, o se ci saremo tutti. Ne dubito.
Bello ritrovarsi ora, nell'anno dei 40...

Al pensiero di rivederli, alcuni dopo una ventina d'anni, mi viene da fare il bilancio dei miei obiettivi raggiunti e non: chi ero 20 anni fa? Chi sono oggi? Come pormi di fronte a loro, che immaginano ancora quella ragazzina che non c'é più?
Non c'è più nulla, oggi, di quella Simo là che, a vederla in retrospettiva, manco mi piace.
E i miei sogni? Le mie aspirazioni? Quel mondo che dovevo divorarmi?
Chissà loro, se ce l'hanno fatta.
Molti di loro ce l'hanno fatta, lavorativamente parlando; chi avvocato, giornalista, psicologa, agente finanziario, veterinario...gran bella classe, la nostra 5^B. Poi matrimoni, separazioni, figli e RI-figli...abbiamo già una vi…

Metto le tette al Post

Povera Mamma Simo, è proprio alla frutta, direte voi. Lei non le ha e le mette al Blog, le tette. Acuta osservazione, ma la vera motivazione è un'altra. Dando un'occhiata alle statistiche del mio Blog, ho scoperto che il post più letto è "Nuove mode", un post non più bello di altri né tantomeno più interessante o ben scritto. Anzi, sotto alcuni punti di vista, è abbastanza una tavanata, come molti dei miei post. Qual è la caratteristica che lo ha fatto svettare?
Potrebbe essere la foto? Una bella gnocca che esce dal mare con le tette al vento...
Da una più attenta osservazione dei dati statistici, novità di blogger, ho notato che le parole chiave digitate che hanno fatto sì che questo post abbia ricevuto un numero di otto volte superiore la media di visite dei miei post più letti, sono state:

"topless" "tette" "barbara berlusconi topless" "barbara berlusconi tette" "barbara berlusconi in costume"
Ecco spiegata l'impen…

Amare un artista

Amare un artista. Non lo stereotipo di artista, inteso come un uomo sopra le righe, genio e sregolatezza, sguardo languido bohémien. No, niente a che vedere con una copia mal riuscita di Johnny Depp in "Chocolat".
Un artista vero, con il suo incasinato mondo interiore, con il quale ci si ritroverà spesso a fare i conti; con il suo primo grande amore, quell'arte che lo nutre ma che spesso lo annienta. Amore e odio: questo prova lui per la sua arte, ma non ne potrà fare mai a meno, e alla fine sarà sempre il suo rifugio.
Apparentemente fragile, in realtà forte come una roccia, ma non lo saprà mai. Non sa di avere un dono prezioso che le persone "normali" non hanno. Il vero artista è umile, troppo umile, ma ha un bisogno vitale delle conferme altrui. Capace di amare alla follia, così come di rinchiudersi nel guscio e svanire nel nulla. Impossibile non amarlo, quando se ne percepisce l'essenza.
E forse, un artista, è l'unico uomo che si può amare per sempre con …