Passa ai contenuti principali

Al mare!

Partiamo sabato?
No, partiamo domenica mattina PRESTISSIMO.
Che cosa dice meteopuntoitì? Discreto: sole e nuvole.
Ok, si parte. Pannolini? Ci sono. Cambio più cremina più giaccavento più calzini, un pacco di pasta, sugo pronto, Danito per la merenda ma anche latte fresco nel caso a pranzo il Piccolo Tigro mangiasse poco. Hai preso la ciotola di Mati? E il guinzaglio? Che dici, ci portiamo il costume? No, il costume no, fa un freddo maiale.
Ah, mi porto anche il Foletto così dò una bella pulita alla casa, chiusa da un sacco di mesi...cazzarola, sai i vetri in che condizioni saranno, con la salsedine?
Ma piantala, tu e il tuo Folletto. Pulirai al prossimo week-end.

Ore 8,30: siamo in macchina. MAI successo.
La TO-SV è vuota...i torinesi se la dormono la domenica eh?? Ah ah, questa volta vi abbiamo fregati. Si vola!
Ore 9: manca poco...presto si vedrà il mare...e il cuore mi si apre...le due ciminiere a strisce rosse e bianche di Savona preannunciano l'imminente arrivo. Ancora pochi km verso Ventimiglia e siamo arrivati!

PapàC viene in mente una domanda apparentemente scontata:



Hai preso le chiavi di casa, vero?




Ecco perché lo amo: un altro mi avrebbe buttata giù dal primo cavalcavia (e sulla TO-SV ce ne sono tanti).
Anche perché, invece di star zitta e recitare un "mea culpa", me la sono pure presa con lui che non me l'aveva chiesto prima. Ho imprecato contro chiunque e contro qualunque cosa lungo tutto il viaggio di ritorno a casa per prendere le chiavi e di RIandata al mare, il tutto per la durata di un'ora bella e buona.  

Al mare siamo comunque arrivati...e la giornata era anche stupenda...e mamma Simo si è incavolata un'altra volta perché non aveva portato i costumi...
Ma questa volta PapàC mi ha finalmente mandata a stendere.
Spiaggia e passeggiata nel Borgo Medievale di Cervo mi hanno riconciliata con l'universo...



Foto Corrado Cordova

Commenti

  1. :D mi sono rivista, che pazienza certi uomini
    così eri dalle mie parti :)
    che bella Cervo
    un saluto

    RispondiElimina
  2. No povera!!!!! Chissà che rabbia!!! L'importante è che siate arrivati al mare!!!
    Mio papà abita a Imperia, ogni tanto vado anch'io da quelle parti, una bella zona, ma sai che non sono mai andata a visitare Cervo??? L'ammiravo dalla finestra dell'albergo a Diano la sera illuminato ma non ci sono stata! la prossima volta... tra poco spero, non posso farmelo mancare!
    Ciao!

    RispondiElimina
  3. Ma allora siamo tutti vacanzieri in zona (più o meno..): io vado da 30 anni a Varigotti!
    Prima o poi ci si vede sul lungo mare!!!

    RispondiElimina
  4. al mare, sei stata al mare? aaarghhh... Anche io ci voglio andare!!! Bellissima la foto.

    RispondiElimina
  5. credo che papà D mi avrebbe mandato a stendere moooolto prima di arrivare ai costumi :))))
    domenica dev'essere stata davvero una giornata fantastica al mare..

    RispondiElimina
  6. Ho rivisto nella mente la scenetta perchè è successo anche a me, ma a dimenticare le chiavi è stato lui. Non sono stata così diplomatica, ho urlato per tutto il viaggio! meno male che davanti al mare poi si dimentica tutto!

    RispondiElimina
  7. @Queen B e Mamma F: chissà quante volte capita di incontrarsi senza riconoscersi...dovremmo metterci una maglietta con stampato il nome del nostro blog! Sai che risate!
    Mamma F, anche noi andiamo spesso a Varigotti, è bellissima!
    @Cuccia per gatti...: vacci, è splendido! Botteghe di artisti e di artigiani, un borgo medievale suggestivo...
    @Angela: Papà C è stato contagiato dalla tua stessa malattia: la passione per la fotorafia! E infatti sta diventando bravo!
    @Mamma C: ogni tanto mi stupisco pure io di quanta sopportazione abbia...prima o poi esploderà?!?
    @Cindry: il mare ha il grande potere di placare gli animi, a me mette davvero in pace con il mondo.

    RispondiElimina
  8. Simoooooooooooo ma dov'è dov'è dov'èèèèèèèèèèèè????? ^___^

    RispondiElimina
  9. Caspita che fotografia bella...

    RispondiElimina
  10. @pagnottella...ti riferivi al post successivo, vero?!? Bacetti!!!
    p.s. è stato divorato in un batter d'occhio il cheesecake!
    @UIFPW08: ne sarà felicissimo l'autore!...Che ormai ama di più la sua EOS 50D o come cavolo si chiama che me.
    E lui risponde dicendo che io l'ho sostituito col Blog.
    Mah...la tecnologia...

    RispondiElimina
  11. ecco... a me qualcuno mi avrebbe buttato giù dal primo cavalcavia... :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per i graditi commenti, ma grazie soprattutto per aver avuto la voglia di leggermi...

Post popolari in questo blog

Rimpatriata dei compagni di classe...20 anni dopo

Apro "gmail" e vedo che i miei ex compagni di Liceo, la 5^ B del 1989, organizzano una rimpatriata per sabato prossimo. Meraviglioso. Chissà se saremo i soliti quattro o cinque che ci rivediamo più o meno ogni 2-3 anni, o se ci saremo tutti. Ne dubito.
Bello ritrovarsi ora, nell'anno dei 40...

Al pensiero di rivederli, alcuni dopo una ventina d'anni, mi viene da fare il bilancio dei miei obiettivi raggiunti e non: chi ero 20 anni fa? Chi sono oggi? Come pormi di fronte a loro, che immaginano ancora quella ragazzina che non c'é più?
Non c'è più nulla, oggi, di quella Simo là che, a vederla in retrospettiva, manco mi piace.
E i miei sogni? Le mie aspirazioni? Quel mondo che dovevo divorarmi?
Chissà loro, se ce l'hanno fatta.
Molti di loro ce l'hanno fatta, lavorativamente parlando; chi avvocato, giornalista, psicologa, agente finanziario, veterinario...gran bella classe, la nostra 5^B. Poi matrimoni, separazioni, figli e RI-figli...abbiamo già una vi…

Metto le tette al Post

Povera Mamma Simo, è proprio alla frutta, direte voi. Lei non le ha e le mette al Blog, le tette. Acuta osservazione, ma la vera motivazione è un'altra. Dando un'occhiata alle statistiche del mio Blog, ho scoperto che il post più letto è "Nuove mode", un post non più bello di altri né tantomeno più interessante o ben scritto. Anzi, sotto alcuni punti di vista, è abbastanza una tavanata, come molti dei miei post. Qual è la caratteristica che lo ha fatto svettare?
Potrebbe essere la foto? Una bella gnocca che esce dal mare con le tette al vento...
Da una più attenta osservazione dei dati statistici, novità di blogger, ho notato che le parole chiave digitate che hanno fatto sì che questo post abbia ricevuto un numero di otto volte superiore la media di visite dei miei post più letti, sono state:

"topless" "tette" "barbara berlusconi topless" "barbara berlusconi tette" "barbara berlusconi in costume"
Ecco spiegata l'impen…

Amare un artista

Amare un artista. Non lo stereotipo di artista, inteso come un uomo sopra le righe, genio e sregolatezza, sguardo languido bohémien. No, niente a che vedere con una copia mal riuscita di Johnny Depp in "Chocolat".
Un artista vero, con il suo incasinato mondo interiore, con il quale ci si ritroverà spesso a fare i conti; con il suo primo grande amore, quell'arte che lo nutre ma che spesso lo annienta. Amore e odio: questo prova lui per la sua arte, ma non ne potrà fare mai a meno, e alla fine sarà sempre il suo rifugio.
Apparentemente fragile, in realtà forte come una roccia, ma non lo saprà mai. Non sa di avere un dono prezioso che le persone "normali" non hanno. Il vero artista è umile, troppo umile, ma ha un bisogno vitale delle conferme altrui. Capace di amare alla follia, così come di rinchiudersi nel guscio e svanire nel nulla. Impossibile non amarlo, quando se ne percepisce l'essenza.
E forse, un artista, è l'unico uomo che si può amare per sempre con …