Passa ai contenuti principali

SOS MAMMA: siamo vittime dei nostri ormoni!

Non ce l'avevano mica detto, a 11/12 anni, che da quel momento e per i futuri quarant'anni circa (chi più chi meno) saremmo state in costante balìa dei nostri ormoni!
Durante il ciclo, prima del ciclo, quando il ciclo non arriva e quando il ciclo se ne va. Quando siamo nel primo "magico" trimestre di gravidanza, quando allattiamo e siamo gonfie come dei palloni...in pratica per gran parte della nostra vita, loro la fanno da padroni.

E noi convinte di aver operato le nostre scelte razionalmente, ignoriamo che sono stati LORO a farci scegliere questo o quell'uomo, questo o quel lavoro, e idem per casa, amicizie, passioni e così via. Non solo, quella stessa persona che una settimana prima non avresti neanche notato, la settimana successiva ci sei pure andata a cena. La risposta è sempre la stessa: ormoni.

La spiegazione sta tutta qui: noi, dolci creature figlie della luna, abbiamo un ciclo biologico di 28 giorni, che va poi ancora suddiviso in quattro periodi di sette giorni ciascuno. Visto e considerato che ogni sette giorni circa il nostro assetto ormonale subisce un profondo cambiamento, non stupisce che il nostro carattere abbia impennate altrettanto frequenti e repentine.

FASE I dal 1° al 7° giorno: "THE MONSTER" (il mostro)
FASE II dall'8° al 14° giorno: "THE DRAGONFLY" (la libellula)
FASE III dal 15° al 21° giorno: "THE LITTLE PIG" (la maialina)
FASE IV dal 22° al 28° giorno: "THE BEAST" (la belva)


FASE I - THE MONSTER - Il mostro.
Le mestruazioni. Si sa, siamo brutte, gonfie, brufolose e depresse. Vorremmo starcene a casa sul divano a mangiar nutella senza neanche toglierci il pigiama fino a sera. Ma non possiamo. Quindi siamo incavolate nere. Le nonne dicevano che non dobbiamo cucinare perché viene tutto 'na schifezza, non dobbiamo occuparci dei nostri fiori e piante perché dove passiamo noi non cresce l'erba. Temo che le nostre nonne avessero ragione.

FASE II - THE DRAGONFLY - La libellula.
La rinascita: finito il ciclo, ci sentiamo leggere, sgonfie, la pelle liscia, le cosce senza ritenzione idrica sono più magre e noi ci crediamo anche: visto come sono dimagrita? Fregatura: durerà pochissimi  giorni.
Questi sono i giorni nei quali anche le colitiche croniche come me hanno il ventre piatto (o quasi)...niente aria, niente stitichezza, niente di niente. Una meraviglia, ci sembra di volare leggere come libellule.
Anche l'umore è "up", siamo in genere ben disposte verso l'umanità. Questi sono i giorni in cui se qualcuno ti passa davanti alla cassa gli dici con un sorriso "prego, non si preoccupi, non ho mica fretta!". Peccato che, se la stessa persona ti capita a tiro in FASE IV e se ha la sventura di passarti davanti alla cassa, tu la sbrani a morsi coprendola di insulti.
Ma ora è così: tu ami, perché stai bene. Sei in armonia con il cosmo e con chi ti circonda, ami cucinare e torte e pizze spompano che è una meraviglia.

FASE III - THE LITTLE PIG - La maialina.
Eccoci: è ora che la natura sferra il suo attacco decisivo, gli ormoni danno il meglio ingannandoti come non mai.
Ti svegli la mattina e non sai ancora che le tue ovaie stanno iniziando a diventare come dei "pacman" voraci in attesa di una cosa sola...e tu un'altra volta ci credi, quando ti specchi e ti vedi più gnocca...

Oggi i capelli sono più lucidi, gli occhi brillano, le labbra hanno un non so che di turgido e anche il culetto sembra un po' più su, il petto un po' più in fuori (per chi ce l'ha ovviamente), e tu ti senti di osare un po' di più...
Ti trucchi di più, ti metti i jeans un po' più attillati, la maglietta carina, la gonnellina porcellina...perché, diciamo la verità, ci piace sentirci così, ci dà uno strano senso di potere. Via il cardigan copri panza/sedere, e vai con la mutandina carina...sì, chissà perché questi sono gli unici giorni nel mese in cui togli la mutanda ascellare e la canottiera slabbrata.

E loro, i maschi, LO SENTONO. Sembrano annusare nell'aria le puzzette ai ferormoni che ci lasciamo dietro e abboccano...e quanto ci piace vedere con la coda dell'occhio che abbiamo colpito! Non è che lo facciamo con premeditazione, è che la natura ci predispone ad essere così. Punto.
Beata chi ha l'uomo per poter sfogare...per le single è consigliata tanta attività sportiva...ci siamo passate tutte in quei periodi in cui pagheresti per avere uno straccio di maschio da far nero.

Il mio lui se ne accorge sempre con largo anticipo, la sera prima, quando rientra a casa e lo saluto senza guardarlo negli occhi: sì, perché in quei giorni divento buzzurra come il più buzzurro dei camionisti, con uno ed un solo chiodo fisso. Faccio cose come zompargli da dietro mentre apre il frigo e inalo profondamente quell'odore di stallone maschio che emana dal collo...afrodisiaco puro.
Lui già lo sa, e se non è proprio in vena di approfittare dello stato di grazia, sa anche che passerà presto.

Eh sì, perché questo è l'ennesimo inganno.
Se a vent'anni può durare anche una settimana, dopo i trentacinque non dura oltre le 48 ore. Sono rari i casi di quelle tipe che paiono in FASE III tutti i giorni del mese, sempre belle, aitanti, predisposte...ma quella è arte fina...è matematico che neanche loro possono avere gli ormoni a palla 28 giorni su 28 (se così fosse sarebbero da curare!).
Noi donne normodotate, dopo 48 ore da fatalone arrapate, ripiombiamo verso il basso in caduta libera insieme ai nostri estrogeni.

FASE IV - THE BEAST -La belva.
Quello che fino a ieri era l'uomo più affascinante, sexi e meraviglioso sulla faccia della terra, oggi è "quel coso che russa" e che ti dà un mucchio di lavoro tra lavare, stirare eccetera.
Il tipo di maschio che sopravvive meglio a questa fase è l'uomo affettuoso, comprensivo, disposto a capirti, ascoltarti, cucinare, lavare i piatti...
Per il tipico maschio testosteronico puro non c'è scampo: in questi giorni potresti anche ucciderlo nel sonno (un consiglio: non sposare questo tipo d'uomo, è il peggior marito-compagno che ci possa essere).
Non è che non ci piaccia più il nostro marito/compagno/fidanzato, questo no. E' che abbiamo del resto cui pensare.
In genere questa è la settimana delle pulizie: fateci caso, è il periodo del mese in cui si spendono più soldi per acquistare detersivi, disinfettanti, lucida-parquet.
I giorni passano e tu entri ora dopo ora nella tragica sindrome premestruale con straccio in una mano e aspirapolvere nell'altra.
Io in questi giorni consumo litri di candeggina: disinfetto tutto, dal WC alla biancheria ai pavimenti. E più mi guardo intorno, più la casa mi fa schifo, vedo tutto sporco.
Ci siamo: è arrivata la fatidica sindrome premestruale e gli ormoni ti sono nemici.
Neanche a dirlo, il genere maschile è per te repellente come la citronella per le zanzare.
Ti guardi e sei un disastro: gonfia, brufolosa, hai la stipsi, bruciori vari, il sedere è lievitato, sulle cosce hai le borracce tanta è la ritenzione.
Sei incavolata, aggressiva, nervosa.

E la cosa pazzesca è che, in ogni mese di ogni anno di tutta la tua vita fertile, sono gli altri a ricordartelo, pressapoco così:
"Amore, ti sta venendo il ciclo?"
Porca miseria che nervoso, noooo!! Ma se mi sono appena finite! Non si può neanche più essere angosciata e depressa e in crisi esistenziale che subito devono essere le mestruazioni????

E invece, tempo 24 ore, grazie al cielo, loro arrivano...e si ricomincia.


Morale della favola: la finissero di dirci che siamo lunatiche, incostanti, umorali...vorrei vedervi, cari maschietti, se invece del vostro caro e virile testosterone, sempre lì a dirvi che siete perfette macchine da riproduzione, aveste anche voi delle bombe ormonali in continuo movimento.
Siamo fatte così: contraddittorie, inconstanti e lunatiche per default, non c'è niente da fare. Ma se, istruzioni alla mano, imparate a prenderci per il verso giusto...siamo quanto di più meraviglioso e celestiale ci sia sulla faccia della terra...vabbè, più o meno...

Commenti

  1. ahahahahaha
    hai perfettamente ragione, che la smettessero! ;)

    RispondiElimina
  2. Accidenti Simo, hai proprio ragione!
    Sarà che sono in piena botta premestruale (ieri ho avuto le lacrime agli occhi quando ho visto la pubblicità di una macchina), sarà anche che non solo divento sensibile e grassa come una botte, ma alterno fasi di commozione a fasi di odio profondo verso ogni forma vivente, Principe dagli occhi Azzurri compreso.



    "le tue ovaie stanno iniziando a diventare come dei "pacman" voraci in attesa di una cosa sola" <-- mi hai fatto morir da ridere! E' proprio vero!

    RispondiElimina
  3. mi hai fatto morire dalle risate... quando sono in fase III e IV mio marito mi sgama subito e, se per caso, in fase IV mi dice scuotendo la testa, di fronte a qualche mia scenata: "ah, ecco perché sei così antipatica, ti stanno per venire le mestruazioni" io mi incavolo come una belva. Belva, bestia. Appunto. :)

    RispondiElimina
  4. Eccome se ho avuto voglia di leggerti!!!
    Ti ho vista da un commento sul blog del polipo amerenda e ho pensato: un nome, una garanzia (e infatti vedo che tra i blog hai anche tu A casa di una certa Simo :)).
    Comunque descrizione di un'accuratezza incredibile, mi hai fatto ridere ma non gratuitamente, prima pensare e poi ridere, non so se mi sono spiegata...
    Comunque se ti capiterà di passare da me come puoi constatare i tempi sono platealmente coincidenti (confetture fatte in casa, pulizie di primavera, urti indotti su cosce pronte a riceverli... tutto torna!).
    Poi con calma ti leggo tutta (più o meno, un post per volta)
    ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per i graditi commenti, ma grazie soprattutto per aver avuto la voglia di leggermi...

Post popolari in questo blog

Rimpatriata dei compagni di classe...20 anni dopo

Apro "gmail" e vedo che i miei ex compagni di Liceo, la 5^ B del 1989, organizzano una rimpatriata per sabato prossimo. Meraviglioso. Chissà se saremo i soliti quattro o cinque che ci rivediamo più o meno ogni 2-3 anni, o se ci saremo tutti. Ne dubito.
Bello ritrovarsi ora, nell'anno dei 40...

Al pensiero di rivederli, alcuni dopo una ventina d'anni, mi viene da fare il bilancio dei miei obiettivi raggiunti e non: chi ero 20 anni fa? Chi sono oggi? Come pormi di fronte a loro, che immaginano ancora quella ragazzina che non c'é più?
Non c'è più nulla, oggi, di quella Simo là che, a vederla in retrospettiva, manco mi piace.
E i miei sogni? Le mie aspirazioni? Quel mondo che dovevo divorarmi?
Chissà loro, se ce l'hanno fatta.
Molti di loro ce l'hanno fatta, lavorativamente parlando; chi avvocato, giornalista, psicologa, agente finanziario, veterinario...gran bella classe, la nostra 5^B. Poi matrimoni, separazioni, figli e RI-figli...abbiamo già una vi…

Metto le tette al Post

Povera Mamma Simo, è proprio alla frutta, direte voi. Lei non le ha e le mette al Blog, le tette. Acuta osservazione, ma la vera motivazione è un'altra. Dando un'occhiata alle statistiche del mio Blog, ho scoperto che il post più letto è "Nuove mode", un post non più bello di altri né tantomeno più interessante o ben scritto. Anzi, sotto alcuni punti di vista, è abbastanza una tavanata, come molti dei miei post. Qual è la caratteristica che lo ha fatto svettare?
Potrebbe essere la foto? Una bella gnocca che esce dal mare con le tette al vento...
Da una più attenta osservazione dei dati statistici, novità di blogger, ho notato che le parole chiave digitate che hanno fatto sì che questo post abbia ricevuto un numero di otto volte superiore la media di visite dei miei post più letti, sono state:

"topless" "tette" "barbara berlusconi topless" "barbara berlusconi tette" "barbara berlusconi in costume"
Ecco spiegata l'impen…

Oggi compio 40 anni!

Oggi compio 40 anni, dato che sono nata il 6 settembre 1970 alle 8,15. L'unica volta, in tutta la mia vita, in cui son stata mattiniera. Ho la stessa età di una Fiat Dino Coupé, praticamente sono d'epoca.


Fatto sta che oggi mi sento bene, molto bene.
Anche se la mia collega di 20 anni mi vede come una vecchia babbiona; tempo fa mi disse, ingenuamente: "ma ti rendi conto, hanno tentato di stuprare una di quarant'anni!!". Beata gioventù.
Mio figlio invece mi vede come una mamma ormai in picchiata libera verso l'inesorabile decadenza, mio padre mi guarda e dice: "non è possibile, la mia bambina sta invecchiando!" Grazie papy, tu invece no, eh?
Ma io, nonostante tutto, oggi mi sento bene.

Non "restituirei" neanche un anno, per nulla al mondo tornerei indietro: essere quella che sono oggi mi è costata talmente tanta fatica!
In genere si dice "vorrei fermarmi qui", ma se tanto mi dà tanto, son curiosa di andare avanti.
E, dato che ogg…